Back to Home

Venezia Mestre. Incontro d’autore. Cristina parla di ZERO POSITIVO con John Francis Phillimore

Venerdì 2 dicembre 2006 a Venezia Mestre presso il Cinema Teatro Kolbe su invito e iniziativa di Alexandru Iacob, presidente dell’Associazione Romani e Moldavi in Veneto l’autrice del romanzo Zero Positivo, Cristina Marginean Cocis ha parlato del suo romanzo con l’inglese John Francis Phillimore, poeta, libraio appassionato di libri antichi e moderni.

L’incontro d’autore è stato un momento inserito nella tre-giorni in occasione della Festa Nazionale della Romania in Veneto.

Il pubblico ha apprezzato il tema del libro ed i presenti hanno avuto l’opportunità di fare domande all’autrice, curiosando sugli aspetti più eclatanti e difficili che hanno portato alla luce questo libro.

In quella serata a Venezia Mestre c’è stata una presenza speciale, il cantautore Gabriel Cotabita, venuto per lo spettacolo di Domenica 4 dicembre. Lui ha passato non molto tempo fa un periodo di dura prova, è stato in come per un lungo periodo e mentre stavano per staccare le apparecchiature mediche, sua mamma si è rifiutata assolutamente. E’ tornato in vita ed è diventato una testimonianza vivente della speranza e della fiducia.

Ha confessato all’autrice Cristina qualche aspetto di questo suo vissuto, concludendo con queste parole “ricordati che se siamo rimasti qui ancora, è per un motivo preciso e solo per volere di Dio”.

Siamo stati felici e contenti della presenza in Italia di un grande cantante che ha accompagnato la nostra adolescenza.

Si è parlato della paura, della sofferenza, della positività che bisogna avere nei momenti di dura prova, si è accennato all’importanza della figura paterna, al rapporto con il padre terreno e al dialogo serio e profondo con il Padre celeste.

Il pubblico ha avuto la possibilità di ascoltare un frammento audio del libro, emozionante e coinvolgente che parla del periodo più bello della vita, spesso volentieri sorgente di felicità  per ognuno di noi: l’infanzia.

Si ringraziano gli organizzatori per l’invito e la promozione del libro, testimonianza di una storia affascinante, coinvolgente in quanto invita a meditare al proprio percorso di vita in chiave positiva, nonostante le sofferenze, a volte atroci, e le varie difficoltà. E’ un inno alla vita che induce speranza e voglia di andare avanti.

Il libro è stato scritto nella mente e nel cuore in una stanza d’ospedale, poi la sua stesura è stato un vero dettato, ecco perché si legge d’un fiato e la lettura prende il lettore, unendo qual e là il linguaggio narrativo alla descrizione poetica.

L’Equipe @ZeroPositivo.Romanzo

venezia-mestre-teatro-kolbe

20161202_21120320161202_20391520161202_203847

15392964_1361342817261364_8793068915284788544_o15391435_1361343033928009_1768790286129204352_o